Castello di Introd


VISITA GUIDATA  AL CASTELLO DI INTROD e al borgo rurale

 

Adagiato nel silenzio del vasto parco che lo circonda, il Castello di Introd sorge nella bella località omonima, all’imbocco di due Vallate del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

L’aspetto elegante è dovuto alla sua evoluzione avvenuta nei secoli ma la sua storia è molto antica.
Il territorio appartenne infatti inizialmente alla potente famiglia dei Signori di Bard, i quali ottennero il permesso dai Conti di Savoia, nel XIII° secolo, di innalzare una torre merlata che divenne in seguito un castello con mura poligonali, relizzato nel 1.260 da Pierre Sarriod, signore locale.

All’esterno, le pertinenze agricole del maniero, sono da considerarsi un gioiello dell’architettura rurale del XV° sec.

I due granai originali, in larice con serrature in ferro battuto riccamente decorate e la “Ola“, ovvero l’ala destinata al ricovero del bestiame e del fienile, sono testimoni antichi del momento d’oro e di ricchezza nel quale la famiglia Sarriod visse a seguito dell’alleanza matrimoniale con la casata Challant.

Purtroppo il castello subì due rovinosi incendi nel corso del 1800, motivo che spinse la famiglia Sarriod a vendere il bene a privati.

Venne acquistato nel 1903 dal cavalier Gonella di Genova che ne commissionò il restauro.

 

L’INTERNO

Realizzato  tra il 1912 e il 1915, in stile ecclettico, secondo il gusto e la moda del tempo, gli interni richiamano le ambientazioni dei più noti castelli valdostani.

Dal cortile di Fénis, al porticato di Issogne, evolvendosi al gusto ottocentesco del carateristico Salone dei trofei del reale Castello di  Sarre, arrivando all’eleganza di inizio 1900 del Castel Savoia, residenza estiva della Regina Margherita.

I grandi saloni decorati, gli arredi in legno massiccio e molti altri elementi, ricordano le dimore tardo medievali nonché le corti internazionali del tempo, secondo gli stili più apprezzati.

LA TORRE ANTICA 

Al centro del cortile del Castello svetta l’alta torre duecentesca, poi sopraelevata intorno alla metà del XV° secolo con l’aggiunta di un loggiato coperto.

Visibili a diverse altezze dal suolo, le 3 porte di ingresso disposte in ogni lato, che potevano essere raggiunte solo con lunghe scale a pioli in legno.

Le torri da sempre rappresentano grandi elementi di fascino in quanto antichi simboli di potere e controllo del territorio.

Arrivati in cima all’altana il regalo più grande! Un bellissimo panorama a 360° su tutto il fondo Valle, sui principali castelli e sulle vallate laterali del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Nelle belle giornate di sole è inoltre possibile osservare una parte del Massiccio del Monte Bianco e del Monte Rosa.


Il Castello è attualmente privato e gestito dall’Ente Fondation Gran Paradis e visitabile unicamente con prenotazione e accompagnamento di guide turistiche abilitate regionali.

Vedi qui le tariffe di ingresso

Informazioni

Tutti i castelli sono adatti alle visite di gruppi, e a quelle didattiche.
Prenota o contattami per qualsiasi informazione

Altri castelli…

Forte di Bard e Borgo medievale

Forte di Bard e Borgo medievale

Una fortezza tutta ottocentesca che accoglie e non ostacola più nessuno in quanto divenuta il maggior Polo museale e culturale della Regione, simbolo di apertura, e di divulgazione...
leggi tutto
Castello di Fénis

Castello di Fénis

E' uno dei castelli più visitati della Valle d'Aosta. L'apparato muraio difensivo molto scenografico, e le altre torri merlate infatti fanno da attrattori per chiunque si avvicini alle sue basse pendici...
leggi tutto
Castello di Issogne

Castello di Issogne

Giungendo dalla strada principale quasi non ci si rende conto di arrivare sino ai piedi di un maniero, il più raffinato ed elegante della Valle d'Aosta medievale. Nessun muro merlato, ne...
leggi tutto
Sarriod de la Tour

Sarriod de la Tour

Se per gli storici del tempo poteva sembrare “disordinato” a livello architettonico, il Castello “Sarriod de la Tour” affascina oggi proprio per il suo aspetto massiccio realizzato...
leggi tutto
Castello di Sarre

Castello di Sarre

Delle moderne residenze del Ducato e poi Regno dei Savoia in Valle d'Aosta, tra '800 e '900, fa parte il ben più antico castello di Sarre. La sua ottima posizione di controllo della...
leggi tutto
Gressoney e il Castel Savoia

Gressoney e il Castel Savoia

Qui a Gressoney Saint Jean, tra queste mura circondate dalle alte e bianche vette del Massiccio del Monte Rosa che superano i 4000 metri tutto parla di Lei: Margherita, prima Regina d'Italia...
leggi tutto
Castello Gamba e il Parco

Castello Gamba e il Parco

L'elegante edificio moderno chiamato Castello Gamba oggi sede della Pinacoteca regionale, fu dimora dell’omonima famiglia e venne fatto costruire nel 1903 come gesto...
leggi tutto
Castello di Cly

Castello di Cly

Si tratta di un castello così detto "primitivo", posto in posizione strategica e sorto su un precedente insediamento protostorico...
leggi tutto