Castello di Ussel e la penna “Bic”

 

ORARI e GIORNI DI APERTURA

MASSICCIO MA CON ELEGANZA…

Il territorio di Chatillon ospita ben 4 castelli, di cui il più suggestivo è sicuramente quello di Ussel!

Costruito in posizione strategica a stapiombo sulla Dora Baltea, domina un lungo tratto del fondo valle dove venne realizzato l’antico tracciato viario della Via Francigena, affaciandosi verso i paesi di Saint Vincent e Chatillon.

Il suo aspetto massiccio e compatto lo identifica come il primo castello della tipologia monoblocco realizzato in Valle d’Aosta, costituito da un corpo unico rettangolare ma soprattutto come novità e svolta nell’architettura militare medievale.

Il castello appartenne alla famiglia Challant del ramo Chatillon di cui Ebalo II°, Signore di Ussel e Saint Marcel ne fu il costruttore nel 1343 e lo scelse come residenza fino al 1470.
Con la morte di Francesco I°, ultimo Signore del ramo di Ussel, il castello ebbe la funzione di prigione e caserma.
Nel 1983 i Passerin d’Entrèves, eredi del ramo Challant lo donarono alla Regione Valle d’Aosta.

La sua storia si legò infine all’innovatore della famosa penna a sfera Bic, un noto industriale della Valtournenche che ne finanziò il restauro.

Per volontà dello stesso barone il catello è diventato nel tempo una sede espositiva che ospita mostre temporanee soprattuto durante il periodo estivo.

 

ARCHITETTURA E CARATTERISTICHE

L’antica fortezza militare ha conservato intatte tutte le sue caratteristiche, in quanto mai rimaneggiata.

La sua forma trae con probabilità ispirazione dalla tipologia degli edifici Siriani di forma allungata.
Si presenta ancora oggi in tutta la sua eleganza con 4 compatte facciate arricchite da numerose bifore stemmate a diverse altezze e una decorazione delle superfici murarie con andamento a “spina di pesce”.

Quattro alte torrette laterali, di cui due cilindriche e due quadrate lo rendono più “morbido” sul lato sud, dove è situato anche l’ingresso protetto da una caditoia.
Il camminamento di ronda si trova appena la di sotto della merlatura, in parte crollata ed è percorribile interamente grazie ad un accurato restauro.
L’interno si presenta vuoto ma suggestivo, dato dalla presenza di roccia viva sulla quale venne edificato e per la presenza di un camimìno monumentale che raggiungeva diversi piani.

IL BARONE BICH E LA PENNA A SFERA

Nel corso dei secoli il Castello legherà il suo nome alla famosissima penna a sfera Bic, per via non del suo inventore ma del suo geniale innovatore, il Barone Marcel Bich (1914 – 1944) , noto industriale originario della Valtournenche.

E’ a Parigi che egli negli anni ’50 conobbe l’ungherese Lazlo Birò, dal quale acquistò il brevetto della penna. Creò in seguito un’industria a cui diede il sui nome, privato della h finale.

Al Barone Bic inoltre si deve l’invenzione di altri rivoluzionari oggetti di uso comune l’accendino ed i rasoio.

E’ proprio nel Castello di Ussel da lui resaturato come bene collettivo, che nel 1998 vi fu la prima esposizione dedicata alla vita del Barone e delle sue creazioni.

 

 

Informazioni

Tutti i castelli sono adatti alle visite di gruppi, e a quelle didattiche.
Prenota o contattami per qualsiasi informazione

Altri castelli…

Forte di Bard e Borgo medievale

Forte di Bard e Borgo medievale

Una fortezza tutta ottocentesca che accoglie e non ostacola più nessuno in quanto divenuta il maggior Polo museale e culturale della Regione, simbolo di apertura, e di divulgazione...
leggi tutto
Castello di Fénis

Castello di Fénis

E' uno dei castelli più visitati della Valle d'Aosta. L'apparato muraio difensivo molto scenografico, e le altre torri merlate infatti fanno da attrattori per chiunque si avvicini alle sue basse pendici...
leggi tutto
Castello di Issogne

Castello di Issogne

Giungendo dalla strada principale quasi non ci si rende conto di arrivare sino ai piedi di un maniero, il più raffinato ed elegante della Valle d'Aosta medievale. Nessun muro merlato, ne...
leggi tutto
Sarriod de la Tour

Sarriod de la Tour

Se per gli storici del tempo poteva sembrare “disordinato” a livello architettonico, il Castello “Sarriod de la Tour” affascina oggi proprio per il suo aspetto massiccio realizzato...
leggi tutto
Castello di Sarre

Castello di Sarre

Delle moderne residenze del Ducato e poi Regno dei Savoia in Valle d'Aosta, tra '800 e '900, fa parte il ben più antico castello di Sarre. La sua ottima posizione di controllo della...
leggi tutto
Gressoney e il Castel Savoia

Gressoney e il Castel Savoia

Qui a Gressoney Saint Jean, tra queste mura circondate dalle alte e bianche vette del Massiccio del Monte Rosa che superano i 4000 metri tutto parla di Lei: Margherita, prima Regina d'Italia...
leggi tutto
Castello di Introd

Castello di Introd

Adagiato nel silenzio del vasto parco che lo circonda, il Castello di Introd si caratterizza per il suo aspetto elegante, dovuto alla storica evoluzione avvenuta nei secoli...
leggi tutto
Castello Gamba e il Parco

Castello Gamba e il Parco

L'elegante edificio moderno chiamato Castello Gamba oggi sede della Pinacoteca regionale, fu dimora dell’omonima famiglia e venne fatto costruire nel 1903 come gesto...
leggi tutto
Castello di Cly

Castello di Cly

Si tratta di un castello così detto "primitivo", posto in posizione strategica e sorto su un precedente insediamento protostorico...
leggi tutto