Chiese e Santuari della Valle d’Aosta 

Da millenni I così detti “cammini della fede” conducono in luoghi di culto, talvolta inattesi, ricchi di varietà artistica e
di storia, sorprendenti.
Affreschi, sculture realizzate nel marmo o nel legno e mosaici simbolici si susseguono secolo dopo secolo, nei nomi di Vescovi e personaggi storici che li hanno commissionati.

In Valle d’Aosta, da sempre territorio di forte passaggio e scambio culturale, esistono tipologie diverse di edifici religiosi, alcuni molto antichi e sorti su siti archeologici millenari, mutati nel tempo.

Dall’età paleocristiana, ai numerosi rifacimenti seicenteschi, tutto il territorio valdostano è stato interessato dalla realizzazione di chiese, santuari e cappelle.
Luoghi custoditi con senso di appartenenza dalle comunità locali che sin da un passato remoto, hanno tramandato la devozione di Santi e di personaggi anche locali.

PRENOTA LA TUA VISITA GUIDATA DELLE CHIESE PIU’ BELLE IN VALLE D’AOSTA, con una guida!

 

Un itinerario di visita delle Chiese romaniche e Cappelle,
affrescate da Giacomino da Ivrea

C’é un pittore, spesso ed ingiustamente considerato “minore” dalla critica, rispetto ad altri nomi noti dello stesso periodo, che dipinse con grande successo e molta personalità numerose chiese in Valle d’Aosta dalla metà del XV° secolo.

Il Maestro “Jacobinus pictor civis Ypporegeie”, ovvero Giacomino proveniente da Bollengo in provincia di Ivrea, che operò con la sua bottega in cantieri di diversi contesti, sia di carattere rurale che feudale, richiesti però sempre da importanti committenti, quali i Vescovi di Ivrea e di Aosta ad esempio, ed anche dai nobili Challant.

Ritroviamo infatti le sue opere nel “verziere” affrescato e nelle scene religiose presso il cortile del castello di Fénis, come prima realizzazione in territorio valdostano, ma anche nella pittoresca chiesa di Santa Maria Maddalena di Gressan e ancora in numerosi edifici religiosi, quali nella parrocchiale di  Sarre, di Saint Vincent, di Challand Saint Victor e in molte chiese del vicino Canavese.

Con una richiestissima attività itinerante “Giacomino” trasmise con la semplicità e la naturalezza delle sue scene e dei suoi personaggi, un linguaggio accessibile a tutti e che colpiva per la fantasia.

L’arte di  “Giacomino da Ivrea”

LE ALTRE CHIESE ROMANICHE…
solitarie e non sempre visitabili, sono sparse in numerosi luoghi del territorio montano e appartengono principalmente al periodo feudale a cavallo dell’anno 1000.
Edifici romanici deliziosi, sopravvissuti all’interno dei castelli “primitivi”, ad esempio a “Cly”, a “Chatel Argent”, o “Graines”, ed inglobati nelle possenti cinte murarie. Oppure altri ancora, come la chiesa di San Martino di Arnad, sorti lungo la Via Francigena, di importanza europea, quale cammino non solo economico ma anche culturale e religioso.

Foto: Chiesa San Martino di Arnad

San Martino Arnad guida turistica

CHIESE da non perdere in Valle d’Aosta

Oltre ai più celebri Complessi religiosi Aostani, sono davvero numerosissime le chiese della Valle d’Aosta dalle caratteristiche storiche ed artistiche uniche! Ogni Valle laterale, ogni comune e ogni piccolo villaggio, conservano la propria identità e la propria devozione, anche attraverso gli edifici religiosi, alcuni dei quali, molto particolari sia per caratteristiche, che per l’architettura e la posizione nella quale sorgono.

Ecco quindi una scelta di alcune chiese, alcune meno note, 
da non perdere e da visitare con una guida turistica.

Non perdere inoltre la bellezza e la storia dei Complessi religiosi di Aosta

Cattedrale Santa Maria Assunta

Cattedrale di Aosta vanta origini antichissime. Nata da una “Domus ecclesiae” del IV° sec. come prima sede della nuova comunità cristiana…

Collegiata di Sant’Orso e Chiostro romanico

Il Complesso religioso di Sant’Orso, è uno dei siti di epoca medievale tra i più antichi e suggestivi della Valle d’Aosta. Ricco di testimonianze artistiche e architettoniche evolutesi nel tempo…

Priorato di Sant’Orso

L’elegante palazzo priorale invece compare come per sorpresa da dietro l’angolo al visitatore che arrivato alla Collegiata…

Il Quadrato magico di Aosta

La Collegiata di Sant’Orso custodisce molti “tesori” da osservare con attenzione e talvolta da decifrare. Tra questi si cela un mosaico antico risalente alla metà del XII° chiamato Quadrato magico o del Sator per le parole che…

Chisa di San Lorenzo

Un sito archeologico antico e ricco di storia risalente al V°secolo. San Lorenzo è l’importante chiesa nella quale riposarono i principali Vescovi di Aosta. Un luogo inaspettato della Collegiata…

Affreschi Ottoniani di Sant’Orso e della Cattedrale

Il ciclo di affreschi Ottoniani dell’anno 1000 che decoraziono i due complessi religiosi, Cattedrale e Sant’Orso, sono ancora visibili, unicamente nel sottotetto di entrambi gli edifici…

I SANTUARI 
Processioni e pellegrinaggi 

In passato, almeno fino al secolo scorso, le messe si traducevano in appuntamenti imperdibili per tutta la comunità. Momenti per ritrovarsi, apprendere le notizie del paese e prendere una pausa meritata dal duro lavoro. I rituali e le consuetudini erano vissuti più di oggi…

La massima espressione di devozione però era (e in parte lo è ancora) rappresentata da eventi periodici quali le processioni e i lunghi pellegrinaggi, si pensi ad esempio a quello da Lillianes, nella Valle del Monte Rosa verso Oropa (località del biellese).
Un modo per favorire non solo lo scambio culturale e l’incontro di popolazioni che vivevano distanti tra loro ma anche
per visitare luoghi santi e professare la propria fede.

Alcuni Santuari tra i piu’ conosciuti, in valle d’aosta

Per normativa regionale una guida turistica, non potendo condurvi a piedi in alcune delle località dove sorgono i santuari, raggiungibili comunque tramite sentieri belli e sicuri, può attendervi a seguito della vostra passeggiata  presso il sito per raccontarvi la sua storia ed illustrarvi le caratteristiche del luogo che lo circonda!

Informazioni

Contattami per concordare insieme una visita personalizzata,
adattabile alle tue aspettative.